• UNIEM

    Unione Nazionale Imprese Elettriche Minori

  • Favignana

  • Giglio

  • Lampedusa

  • Levanzo

  • Lipari

  • Pantelleria

  • Ponza

  • Tremiti

  • Ustica

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10

FAQ

  • Quali sono le isole minori italiane? +

    In Italia sono presenti 30 isole considerate come isole minori, distribuite in 36 Comuni dove risiedono circa 200 mila abitanti. Complessivamente occupano una porzione pari allo 0,3% del territorio nazionale, con una popolazione anch’essa pari allo 0,3% del totale degli abitanti residenti sul territorio italiano.

    Read More
  • Cosa differenzia le isole minori rispetto alle altre isole? +

    Rispetto alle isole di maggiori dimensioni, come la Sicilia e la Sardegna, le isole minori si differenziano per la minore estensione territoriale, per una più bassa presenza di residenti e per l’assenza di una connessione permanente con il continente.

    Read More
  • Che tipo di conseguenze ha l’isolamento sul sistema energetico dell’isola? +

    L’isolamento dalla rete elettrica nazionale impone che la produzione e la fornitura di energia elettrica avvenga direttamente sul territorio dell’isola.

    Read More
  • La produzione di energia sulle isole è diversa da quella nazionale? +

    La produzione di energia elettrica sull’isola si differenzia in modo netto dai metodi di produzione del territorio nazionale per via di fattori come:

    • l’alta variazione stagionale del numero degli abitanti collegata ai fenomeni turistici;

    • l'alta variabilità della domanda elettrica collegata alla variazione della popolazione presente;

    • la scarsa sicurezza energetica dovuta all’isolamento dei territori, alla topografia, alle avversità climatiche e alla superficie ridotta che limita le possibilità di stoccaggio, amplificata dall’impossibilità di approvvigionamento del gas naturale;

    • un costo dell’energia strutturalmente superiore a quello nazionale;

    • la necessità di garantire una stabilità costante della rete elettrica a fronte di variazioni improvvise.

    Read More
  • Come operano le aziende elettriche che producono energia elettrica nelle isole minori? +

    Per poter garantire che ogni abitante delle isole potesse avere libero accesso all’energia elettrica in ogni istante, le società elettriche delle isole minori hanno storicamente optato per la costruzione in parallelo di numerose unità di produzione di piccola taglia alimentate a diesel. In questo modo, infatti, oltre ad avere dei vantaggi in termini di minori costi d’installazione e manutenzione, gli operatori sono stati in grado di gestire in modo ottimale la crescente domanda di energia elettrica registrata nelle isole minori negli ultimi due decenni, assicurando la continuità del servizio di fornitura.

    Read More
  • La produzione di energia sulle isole presenta extra-costi rispetto a quella sul territorio nazionale? +

    La produzione e la fornitura di elettricità nelle isole minori, oltre ad essere soggette a particolari complessità tecniche, hanno costi circa 3 volte superiori a quelli sostenuti dalle aziende elettriche che utilizzano impianti a gas e 6 volte superiore per le società che producono elettricità sfruttando impianti a carbone.

    Read More
  • Gli utenti finali delle isole minori pagano un prezzo superiore ai consumatori nazionali? +

    Ragioni di equità sociale hanno spinto il regolatore verso un’equiparazione dei prezzi dell’elettricità nelle isole rispetto a quelli nazionali; nonostante le condizioni territoriali siano profondamente diverse e l’elettricità costì di più, un abitante dell’isola di Lampedusa paga lo stesso prezzo pagato da un cittadino che abita a Piazza San Babila a Milano. La compensazione tra i maggiori costi sostenuti dalle imprese elettriche minori non coperti dai ricavi derivanti dalla vendita dell’energia è corrisposta dalla Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico, che stabilisce ogni anno l’integrazione tariffaria da corrispondere alle imprese UNIEM Unione Nazionale Imprese Elettriche Minori.

    Read More
  • Dove trova copertura la Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico per garantire l’equiparazione dei prezzi dell’elettricità tra isole minori e territorio nazionale? +

    L’integrazione tariffaria che viene corrisposta alle imprese UNIEM Unione Nazionale Imprese Elettriche Minori, per il servizio di produzione e fornitura dell’energia elettrica nelle isole minori trova copertura nella componente UC4 inserita negli oneri del sistema elettrico e posta a carico di tutti i consumatori finali.

    Read More
  • Chi stabilisce l’ammontare annuo dell’integrazione tariffaria? +

    Le integrazioni corrisposte dalla Cassa Conguaglio sono cost-reflective, e vengono stabilite anno per anno dall’AEEGSI che, sulla base dei bilanci presentati dalle singole aziende, determina l’aliquota d’integrazione per ogni singola azienda.

    Read More
  • A quanto ammonta la componente UC4? +

    Nel 2013 la UC4 è stata pari a circa 70 milioni di euro (circa 0,86 € per utenza) pari allo 0,8% del totale degli oneri di sistema pagati dal consumatore medio.

    Read More
  • Non è possibile connettere le isole minori alla rete elettrica nazionale? +

    La possibilità di connettere le isole minori alla rete elettrica nazionale è stata più volte valutata da Terna, il gestore della rete italiana. Tuttavia, tutte le isole minori sono localizzate a distanze notevoli rispetto alla penisola italiana, comportando un elevato costo d’investimento per l’infrastruttura che dovrebbe essere realizzata.

    Read More
  • Non è possibile sostituire i gruppi diesel con impianti di produzione ad energia rinnovabile? +

    Dal punto di vista economico, l’assenza di gas e carbone nelle isole fa sì che i gruppi elettrogeni a diesel siano la second best choice. Se confrontati con impianti rinnovabili, fotovoltaico e eolico, il costo d’investimento dei motori diesel è da tre a dieci volte inferiore. Costi che non considerano poi il reale potenziale di installare impianti rinnovabili stretti tra i vincoli paesaggistici imposti dalle Soprintendenze, la morfologia del territorio e i limiti tecnici di rete, con un massimo del 30% della capacità di carico che può provenire da produzione rinnovabile non programmabile.

    Read More
  • 1

Non hai trovato la risposta che cercavi?

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.